Cappella Corradiana

Lun 18-10-2021 — 20:00

Cappella Corradiana

Anche nel 2021 continua il progetto avviato nel 2018 che prevede l’esecuzione dell’integrale delle quattro Passioni – pubblicate nel 1634 e finora sconosciute – di Giovanni Maria Trabaci, nato nella odierna Irsina (Matera) e divenuto il più importante musicista della Napoli spagnola del primo Seicento: infatti lunedì 18 ottobre, nella Chiesa di San Francesco d’Assisi verrà eseguita la Passione secondo Luca (Napoli 1634), con la Cappella Corradiana diretta da Antonio Magarelli e con la partecipazione di Franco Pavan. Il progetto “Trabaci-passioni” è realizzato in collaborazione con il Centro Studi Giovanni Maria Trabaci diretto da Giuseppe Barile.

 

Antonio Magarelli, nato a Molfetta (Ba), è diplomato in Pianoforte, Didattica della Musica, Musica Corale e Direzione di Coro, Strumentazione per Banda e Direzione d’Orchestra, presso i Conservatori di Bari e Monopoli. Ha approfondito lo studio della tecnica della direzione e interpretazione del repertorio corale e orchestrale con Peter Neumann, Gary Graden, Nicole Corti, Javier Busto, Bo Holten e Dominique Rouits. Ha frequentato l’Accademia Internazionale per direttori a Fano con Filippo Maria Bressan. Ha studiato canto con Claudio Cavina e Steve Woodbury. Si è specializzato nell’interpretazione e prassi del repertorio rinascimentale e barocco. Ha diretto, in prima assoluta, opere inedite di compositori pugliesi: la Passio Domini Nostri Iesu Christi secundum Ioannem (1816), oratorio sacro per soli, coro e orchestra di Vito Antonio Raffaele Cozzoli (1777-1817), l’Inno al Sole di Giuseppe Millico (1737-1802), cantata per due soprani e orchestra e alcune composizioni vocali per la Settimana Santa di Antonio Pansini (1703-1791). Su invito di Accademia Amsterdam (NL), collabora per l’organizzazione e l’insegnamento nei corsi estivi di musica barocca, coordinando le attività di musica d’insieme per strumenti antichi e il laboratorio vocale. È stato ospite del “Pontificio Comitato di Scienze Storiche” con un concerto presso la chiesa di Santa Croce in Gerusalemme in Roma a conclusione del Convegno per i cinquecento anni del Concilio Lateranense V. Svolge attività concertistica in qualità di direttore di coro e orchestra curando, particolarmente, l’esecuzione del repertorio vocale e orchestrale barocco e classico attraverso una esecuzione storicamente informata. Ha fondato e dirige la Cappella Musicale Corradiana, concerto delle voci e strumenti.

La CAPPELLA MUSICALE CORRADIANA, coro e orchestra, nasce nel 2007, è diretta da Antonio Magarelli e tratta prevalentemente il repertorio sacro, con particolare interesse per quello rinascimentale, barocco e classico. Interesse precipuo della Cappella Musicale Corradiana è la riscoperta del patrimonio musicale pugliese finalizzata alla valorizzazione della Scuola Musicale Napoletana. Nell’ultimo decennio la Cappella Corradiana ha svolto attività concertistica, ospite di festival e rassegne musicali in Italia e all’estero, attività di ricerca e formazione attraverso l’organizzazione corsi e masterclass tenuti da maestri di chiara fama e dedicati, particolarmente alla musica barocca. Nel 2013 ha inciso, in prima assoluta per “Digressione Music”, l’Oratorio Passio Domini Nostri Iesu Christi secundum Ioannem (1816) di Vito A. R. Cozzoli (1777-1817). Ha pubblicato un interessante lavoro discografico, che ha portatoalla luce un’altra perla della Scuola Napoletana; si tratta dell’Ufficio della Settimana Santa (Giovedì e Venerdì Santo), per tre voci e basso continuo, composto da Antonio Pansini (1703-1791) nella prima metà del Settecento.

Nel 2019, sempre per “Digressione Music” ha inciso Beatus Conradus, una raccolta di composizioni inedite di Antonio Magarelli composta di messe e mottetti per le solenni liturgie della Cattedrale di Molfetta; nello stesso anno ha curato ed eseguito una ricostruzione di un Vespro della Beata Vergine di Tomás Luis de Victoria.

Ingresso Gratuito

Costo €

Location

Artisti